Top Navigation

Left Navigation

Content

Ultimo Aggiornamento 18 settembre 2017

Copertina di Rivolta libertaria contro il comunismo

Rivolta libertaria contro il comunismo
Saggio su Camus

isbn: 9788884102584
pagine: 80
prezzo: 9.40 €
Collana «Brevia», 25
anno 2017

Autore:
Valentina D'Agostino

Facebook

«C’è la bellezza e ci sono gli umiliati. Qualunque difficoltà presenti l’impresa, non vorrei mai essere infedele né ai secondi né alla prima». Il potere ignora bellezza e morale, e la maggioranza degli uomini vive senza bellezza e nell’umiliazione. Si tratta di sfidare tutto ciò. Ed è appunto questa la sfida che Camus rivolge contro il mondo moderno e contro le sue ideologie di asservimento. Una sfida che è rivolta libertaria, al di fuori di ogni potere e al di fuori di ogni appartenenza. Rivolta contro l’autoritarismo fascista e rivolta contro la falsa rivoluzione comunista, contro il suo voluto e consapevole inganno: sotto la maschera della liberazione il comunismo cela la conservazione più conformista e perbenista, il consolidamento del potere esistente con tutte le sue iniquità e bruttu- re, lo statalismo peggiore, il più radicale annichilimento delle singole individualità.

Questo lavoro è un’analisi acuta e libera del pensiero di Camus su quel che a lui sta più a cuore poiché proprio lui, per primo, ne ha pagato il prezzo della delusione più cocente: il comunismo in generale e il cinico e salottiero demimonde sartriano in particolare. Il comunismo è per Camus la forma più disonesta di mascheramento, la malafede eretta a sistema teorico e a pratica di potere, l’ipocrisia piccolo-borghese che fa mostra di sé come cultura, morale e politica della emancipazione.

Sidebar

Footer